Archivi del mese: aprile 2016

possesso e gelosia

gelosia, dipendenza affettiva, ossessione d'amore

Appartenenza uguale possesso?

Possesso uguale gelosia ?

Quindi, per regola transitiva:

appartenenza uguale gelosia?

Queste sono equazioni che si perdono nei luoghi comuni dei rapporti.

Basterebbe una veloce ricerca su internet per accorgersi come la quasi totalità dei siti proponga, riproponga o sdogani queste equazioni quasi come fossero assiomi o condizioni ineluttabili

Io la penso diversamente.

Io penso che l’appartenenza derivi dalla donazione e non dal possesso anche se si può arrivare al possesso attraverso la donazione.

Il che vorrebbe poter dire, parlando di rapporti umani, che si “possiede” una persona nella misura in cui questa persona si è donata a noi e nella misura in cui questa donazione sia avvenuta per specifica volontà del donatore al di fuori da ogni tipo di costrizione.

Ergo noi “possediamo” solo chi si è offerto spontaneamente a noi ed altrettanto spontaneamente e liberamente può riprendersi quanto donato.
Ne consegue che nel momento in cui i presupposti della donazione dovessero venire meno, vengono a decadere anche i presupposti del possesso.
Quindi se una donna o un uomo cessa di donarsi o si “dona” ad altro soggetto viene a cessare il “Possesso”.

Di conseguenza che senso ha essere gelosi di qualcuno che non si possiede più?

Nessun senso, questo mi sembra ovvio!

Si può essere gelosi delle proprie cose ma non possiamo esserlo di ciò che non appartiene ….figuriamoci poi se invece di cose si parla di persone.

Nel momento in cui dovessero concretizzarsi i presupposti di una eventuale gelosia e che, di conseguenza, la persona amata abbia intrapreso rapporti alternativi, vorrebbe dire che il rapporto primario è chiuso essendo chiusa e finita la “donazione” di sé.
Quindi a mio parere è lecito essere possessivi mentre è illecito oltre che stupido essere gelosi.
Le due cose sono estremamente diverse:
Il diritto di possesso viene esercitato su terze persone  quando queste minano esternamente il rapporto ma mai sulla persona posseduta,
viceversa
la gelosia viene esercitata sulla persona che si ritiene di possedere e mai su terze persone .

La gelosia è colpevolizzante e spesso causa il distacco della persona amata anche qualora questo non sia ancora avvenuto.

La gelosia è un sentimento tanto più forte quanto più debole è il rapporto.

Quindi….siate possessivi ma non siate gelosi.

Dom

Risultati immagini per gelosia

Ti stringo forte…ovunque tu sia

1420727553240

Oggi é un giorno triste, eppure lo vedo sorridermi… :).

Non parlarmi della morte…raccontami della tua nascita…

“Piccola mia, cosa potrei dirti…

se non che essa e’ legata radicalmente a te…

Tu che sei il ricordo dell’Amore di anime che pur non cercandosi, si sono inaspettatamente incontrate e unite…in modo da respirar sogni comuni, dipinti successivamente nel tuo sangue.

Sei  la parte in me che vedi…creata nell’oggi dall’Amore nell’Amore…ricamata attimo per attimo, in te.

Sei il disegno della stessa tua dolce memoria e sei l’immagine del tuo domani”.

Ovunque tu sia…posso stringerti ancora?

“Lo stai già facendo…in questo istante…come ogni giorno, ad ogni ora…tutte le volte che mi rivolgi un pensiero…mi abbracci, cullandomi in te.

È quel piccolo grande cuore posto al centro dei pensieri tuoi a stringermi forte…e a rendere questa mia nascita La tua storia”.

hellah

A te…e a te…e…a te che ascolto

IMG_20160406_142147

Le parole possono essere la culla

o la prigione dell’anima.

Aprendoci, decidiamo consciamente

di lasciar entrare coloro che riteniamo

possano essere i  tasselli del puzzle mancanti

del nostro definitivo quadro…

Come milioni di immagini, di

scatti fotografici,  di calchi e/o dipinti colorati

che fermando lo stesso pensiero

arpioniano il sentimento e di conseguenza

la sua scelta, non solo di quell’istante…

ma dell’intero futuro.

Possono subentrare successivamente

 timori e  paure con il rischio di  dividersi

fra le stesse nostre cure preventive,

quelle di un cuore che si nutre

di cio’ che lo rende vivo,

e il bisogno di non perdere la rotta.

Allora si stringe la corda

che nel tempo ci unisce

allo stesso disarmante respiro,

si cammina

ascoltando ogni singolo passo interiore

e respirando profondamente

immergendosi di coraggio,

si danza vivendo…per l’altro/a

oltre che per se stesso.

hellah

IMG_20160406_141315