Archivi del mese: novembre 2016

C’era una volta una favola…

IMG_20161102_192700

Nell’aprire gli occhi, si e’ accorta di chiudere le pagine di un racconto dai tenui…vivaci colori…quelli che ti avvolgono, rallegrano, riscaldano e agitano le giornate.

Gli occhi sfiorano la danza della luce, come su un altalena di fili elettrici… si dondola, accanto alle immagini dei profumi di questo novembre.

Lo sguardo attento, scorge i segreti del nuovo giorno…
Accanto all’aria, i sussulti della mente, baciano i sensi, sdraiandosi nel bagliore della strada.

Le parole, sfiorano le dolci labbra, scivolando verso un vecchio libro…stringendosi, riga dopo riga, attorno alla sua corda di canapa.

Un banale, spesso fiocco, sorregge quegli anni trascorsi in un batter d’ali…
oggi presenti, riposano, sotto ai gomiti di una fanciulla curiosa di sogni e animi nobili.

Ed eccola, mentre nell’immenso viaggia, sospesa fra gli aromi di quell’inaspettata eterna favola…
La sua anima sorride…e…

hellah

Ed il cuore…..

Risultati immagini per jack vettriano

……. Ed il cuore si stringe attorno alle mani

Mani che prendono, mani che offrono, mani che stringono

Mani che abbracciano  un corpo genuflesso,

chinato nell’anima che sa abbandonarsi nel nulla del tutto.

…. Ed il cuore si stringe attorno agli occhi

occhi  chiusi che guardano il cielo

occhi che ascoltano il silenzio in silenzio

occhi che si allargano in orizzonti  invisibili

…..Ed il cuore si stringe attorno a Lei

Lei che lo accoglie cingendo, Lei che gli parla in silenzio, Lei che si offre a lui  perchè

sa   …….. e sanno

che  ciò che sta in basso vive sempre in alto

.là..proprio là dove lui guarda.

Dom

il quadro dell’immagine è di Jack Vittriano.

Il mondo trema

Risultati immagini per terra amorevole

Il mondo trema…

La sua voce si infiltra fra le crepe del profondo, lasciando in ginocchio le innocenti anime.
Le urla di madre natura graffiano il tempo, facendolo sanguinare…
Piccole gocce di sale, cadono ai suoi piedi, zittendolo per pochi attimi.
Le sue mani scavano…
Hanno freddo e caldo…
Hanno sete…
Hanno fame…
di quei cuori, seduti in cerchio, che credono di sanar ogni ferita… respirando dai suoi puri colori.
Il mondo plachera’ i suoi brividi, per la forza, il coraggio, l’impegno e la tenacia della salvaguardia di quell’unica sua vera dimora che custodisce e/o…..ahimé distrugge l’uomo stesso.
hellah